NewsArticoli

Quinto incontro Battiti 2021- Esiti test e II mentors’ evening

La terza edizione di Battiti sta per volgere al termine. Il 22 Febbraio infatti ha avuto luogo il penultimo incontro del percorso di accelerazione rivolto a startup ad alto impatto sociale e ambientale.

Il pomeriggio è iniziato con la sessione di formazione e feedback in plenaria. Dopo un momento di condivisione sullo stato di avanzamento del test sul prodotto o servizio di ciascuna startup, è stato fatto un passo indietro e siamo tornati sui passi della propria Teoria del Cambiamento, cioè la struttura di attività ed effetti per andare nella direzione dell’impatto desiderato. Ogni startup ha avuto modo di finalizzare e definire la propria impact vision, intesa come cambiamento positivo e intenzionale che il progetto o l’organizzazione vuole contribuire a generare, per poi iniziare a ragionare sulla catena di produzione dell’impatto, ossia la mappatura del cambiamento positivo che si desidera generare e gli step che permettono di avvicinarsi all’impatto sperato.

Conclusa la formazione, si è tenuta la II Mentors’ Evening, un momento di scambio e condivisione tra mentori del settore di riferimento delle startup e i team protagonisti dell’edizione di quest’anno [qui l’articolo della I Mentors Evening]. Ogni mentor ha dato feedback ai quattro team circa i primi esiti del test e la progettazione dei futuri passi.

Parte dei team di Lyf (sinistra) e Pasto Nomade (destra)

Abbiamo intervistato due delle startup partecipanti a questa edizione: Lyf e Pasto nomade. Lyf è un’app/piattaforma per la misurazione della CO2 generata dagli spostamenti, in particolare in ambito di share mobility. Lyf è interessata a testare un nuovo modello di prodotto assicurativo associabile a più mezzi di trasporto contemporaneamente.

La seconda startup è Pasto Nomade:un laboratorio artigianale di cucina vegetariana e vegana biologica che realizza servizio di catering e corsi di formazione. Pasto Nomade vorrebbe avviare un sistema di delivery etico, utilizzando contenitori riutilizzabili.

  1. Quali sono stati i principali apprendimenti della II Mentors Evening e da Battiti in generale?

Lyf:  Le Mentors’ Evening sono state una tappa molto importante del percorso: affrontare i quesiti dei possibili utilizzatori della soluzione o comunque incontrare personaggi rilevanti dell’ecosistema con cui vorremmo interagire, i nostri potenziali clienti e utilizzatori, ha permesso di riconfigurare la proposta iniziale, prendendo in esame fattori di debolezza che noi avevamo sottovalutato. Farlo quando il percorso è appena cominciato può essere determinante. Del percorso abbiamo veramente apprezzato il gruppo operativo di MUG, molto disponibile a valutare le nostre esigenze, e il partner tecnico che ha curato lo sviluppo del percorso: il team di Kilowatt si è dimostrato di grande esperienza nel mondo dell’impatto, e desideroso di trasmettercela.

Pasto Nomade: Il percorso che abbiamo fatto con Battiti e i/le mentor è stato particolarmente utile per confrontarsi con aspetti pratici della nostra idea e ampliare i nostri orizzonti immaginativi rispetto a obiettivi e modalità operative. Ogni incontro ci ha aiutate a definire sempre meglio i nostri intenti e la nostra visione, da desiderio a concreta possibilità, fino a definire i passaggi per renderla praticamente e oggettivamente realizzabile. Ogni fase ci ha aiutate ad approfondire aspetti tecnici, ma anche chiarire intento e modalità, portando all’apertura dell’attività con la convinzione di potercela fare.

  • Quali pensate possano essere i futuri passi del progetto?

Lyf: Completeremo le interviste che abbiamo pianificato e che stiamo ancora realizzando. Le nostre ipotesi iniziali sono state confermate e i risultati del test confortanti, perché la risposta dei mobility manager è stata molto alta e collaborativa. Abbiamo ricevuto la conferma dei bisogni dei possibili clienti, quindi i prossimi passi sono la realizzazione di una waiting list per tenere caldi i nostri contatti e pianificare il primo PoC, per il quale abbiamo già la disponibilità di massima del partner. Dovremo raccogliere anche le risorse che ci permetteranno di realizzare agilmente questi passi.

Pasto Nomade: Buona parte di quello che abbiamo scoperto – e sempre meglio compreso durante il percorso – deve ancora essere implementato, ma come scritto, abbiamo sicuramente già ben definito quali sono i passi per costruire la soluzione migliore. I nostri prossimi passi andranno sicuramente nella direzione di forti partnership e sinergie sul territorio, per rafforzare la nostra proposta e le nostre possibilità, nell’ottica di una crescita dei volumi organica e progressiva, che ci permetta al contempo di mantenere la qualità e la peculiarità della nostra proposta.

  • Descrivete con tre parole la vostra esperienza a Battiti:

Lyf:  Difficile con solo tre parole, ma direi impattante, visionario e generatrice di cambiamento.

Pasto Nomade: Coinvolgente, ricca, intensa

Racconteremo presto l’evento finale del percorso!

Ti potrebbe interessare anche

Evento finale Battiti 2021

Articoli

Evento finale Battiti 2021

1 Aprile 2022

MUG newsletter