È un momento molto difficile per chi fa impresa, per chi fa impresa sociale e per chi opera in organizzazioni ed enti non-for-profit. Stiamo assistendo a drammi familiari e personali che pochi avrebbero mai pensato di vivere.
Stiamo anche però riscoprendo il valore della resilienza, la forza che hanno la condivisione e la collaborazione e il potere dell’impegno comune e coordinato. 

Molti di noi sono impegnati oggi più che mai ad aiutare ed assistere altre persone in azioni di volontariato e d’impresa sociale, a supportare clienti in questa fase di emergenza, a organizzare dipendenti e forza lavoro cercando di tutelarne la salute e tenendo al contempo in piedi attività produttive fondamentali per sostenere la vita delle persone.

Con i Nostri gesti e i Nostri messaggi, anche se non sempre ce ne accorgiamo, molti di Noi stanno scardinando quotidianamente barriere culturali (smart working e telelavoro) e spingendo il Nostro piccolo mondo verso nuovi orizzonti, verso nuovi modi di pensare che poche settimane fa si pensavano lontani dal poter essere realizzati e talvolta persino impossibili.

In questo momento in cui molti di noi sono chiusi in casa, in cui usciamo dalle nostre abitazioni solo per necessità spesso siamo portati a riflettere.Accanto alle paure che ogni tanto ci attraversano pensiamo a nuovi modi di vivere, ci interroghiamo su che cosa sia fondamentale e che cosa lo sia meno e soprattutto ci domandiamo come sarà tutto quello che ci circonda una volta terminata questa fase emergenziale.

Ritorneremo a fare le stesse cose di prima o dovremo cambiare profondamente?

Sentiamo i numeri dei decessi e ne siamo spesso colpiti e rattristati, ma vediamo anche le immagini deicanali di Venezia per la prima volta limpidi. Sentiamo di persone care che iniziano un periodo di quarantena perché positive al Coronavirus e allo stesso tempo udiamo i canti di chi organizza flash mob dai balconi e dalle finestre e vediamo i video di chi ci incoraggia: dal Camerun a Dubai, dagli USA alla Cina.

Ci laviamo le mani continuamente e indossiamo mascherine quando usciamo per andare a fare la spesa e allo stesso tempo ci ritroviamo sui balconi ad applaudire ai nostri eroi: tutti gli infermieri e i medici impegnati sul campo a curare persone malate, a fare e analizzare tamponi e ad assistere chi risulta positivo con una determinazione e dedizione uniche.

In questo momento cosi carico di tensioni e di energie, di ansie e preoccupazioni e, talvolta, anche di un po’ di rabbia noi di MUG ci sentiamo in dovere di provare a pensare al futuro. Perché un dopo ci sarà e sappiamo che non sarà facile affrontarlo. Sappiamo che sarà duro rialzarsi dopo questa pausa forzata delle nostre attività. Sappiamo anche che quel futuro sarà pieno della forza che stiamo trattenendo, delle idee che stiamo coltivando, dei pensieri positivi che stiamo facendo crescere e che condividiamo ogni giorno e dei progetti che stiamo elaborando tra quattro mura con chi ci sta accanto e che talvolta condividiamo in chat, sui social o in webinar in questa fase di lock down.

In questo momento noi di MUG ci sentiremmo di proporre in modo umile, senza alcuna presunzione, alcuni contenuti che ci sono sembrati interessanti e utili; alcuni suggerimenti fatti in amicizia e con spirito di condivisione. Qui alcuni webinar, podcast e tools per affrontare meglio il lock down.

  • Webinar e Tools sull’ Economia Circolare
Ellen Macarthur TEDX Talk: The surprising thing I learned sailing solo around the world | Dame Ellen MacArthur

Learning Hub della Fondazione Ellen Macarthur ricco di corsi efficaci e brevi per una introduzione e un approfondimento delle tematiche inerenti la Circular Economy

  • Podcast e Tools sull’Innovazione Sociale
Tutti i podcast del Nostro partner Innovazione2020

Segnaliamo in particolare i podcast delle Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile

  • Docufilm interamente dedicato all’Economia Circolare accessibile gratuitamente su Youtube
Closing the loop

Infine un monito a tutti: #stiamoacasa. Facciamolo per tutti Noi. Facciamolo pensando alla Nostra salute, a quella di chi ci sta accanto e a quella di chi non conosciamo. Siamo tutti parte dello stesso mondo. Siamo tutti attori di cambiamento ma soprattutto, con un po’ di senso di responsabilità e alcuni comportamenti accorti, saremo tutti artefici del domani che ci attende.

A presto e un grande in bocca al lupo a tutti dal Team di MUG.

#stiamoacasa con un occhio #rivoltoalfuturo.


Team MUG